Itri (Lt). Inaugurato il primo ascensore al Santuario della Civita

DSC00054 DSC00055 DSC00056 DSC00057 DSC00058 DSC00059 DSC00060 DSC00061 DSC00062 DSC00063 DSC00064 DSC00065 DSC00066 DSC00067 DSC00068 DSC00069 DSC00070 DSC00071 DSC00072 DSC00073 DSC00074 DSC00075 DSC00076 DSC00077 DSC00078 DSC00079 DSC00080 DSC00081 DSC00082 DSC00083 DSC00084 DSC00085 DSC00086 DSC00087 DSC00088 DSC00089 DSC00090 DSC00091 DSC00092 DSC00093 DSC00094 DSC00095 DSC00096 DSC00098 DSC00099 DSC00100 DSC00101 DSC00102 DSC00103 DSC00104

Alla presenza dell’arcivescovo di Gaeta, monsignor Fabio Bernardo D’Onorio, in coincidenza della festa della Madonna della Civita, protettrice dell’Arcidiocesi di Gaeta oggi, 21 luglio, alle ore 10.30, è stato inaugurato il primo ascensore del Santuario della Civita. Al rito di benedizione e del taglio del nastro erano presenti i padri passionisti del Santuario della Civita, alla cui custodia è stato affidato il Santuario nel 1985, in particolare, padre Antonio Rungi, ex-provinciale dei passionisti, religioso del santuario, padre Emiddio Petringa, rettore del santuario, padre Cherubino De Feo, P.Francesco Vaccelli, padre Giovanni Giorgi, P.Giuseppe Polselli, P.Enrico Cerullo, il Vicario generale dell’Arcidiocesi di Gaeta, monsignor Giuseppe Sparagna, altri sacerdoti, seminaristi, ed alcune centinaia di fedeli.

Erano presenti le autorità civili, in particolare il presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, che ha promosso e realizzato l’indispensabile opera per abbattere le barriere architettoniche per raggiungere la chiesa del Santuario. Ben 53 pesanti scalini separano il punto di arrivo al Santuario dalla Chiesa.

Da questa mattina diversamente abili, anziani, ammalati, persone in carrozzella possono prendere l’ascensore ed arrivare davanti all’immagine della Madonna della Civita, custodita nella Chiesa. Dopo la benedizione dell’ascensore, il Vescovo ha celebrato la santa messa in onore della Madonna della Civita nello stesso luogo, dove da oltre mille anni si venera questo quadro. Il Vescovo ha messo in evidenza l’importanza di seguire Maria che ci indica la strada per incontrare Cristo. Commentando il Vangelo delle Nozze di Cana, ha ribadito la necessità di fare “ciò che il Signore ci dice di fare attraverso il Vangelo, che è verità ed è gioia”.

Nelle varie preghiere che il Vescovo ha innalzato alla Madonna della Civita a nome di tutta l’assemblea convenuta in chiesa, un pensiero speciale è stato rivolto alla Terra di Gesù e di Maria, “affinché cessino quanto prima conflitti e guerre tra Israeliani e Palestinesi. La terra di Gesù e di Maria necessita di pace e noi siamo qui per pregare anche per la pace in questo luogo della terra e in ogni parte del mondo”.

Fin dopo la benedizione, l’ascensore è stato utilizzato dagli anziani e dalle persone inabili che sono arrivati alla Civita, nel giorno della festa patronale, ben sapendo che da oggi in poi anche loro possono accedere liberamente in chiesa, salendo dal parcheggio fino al santuario in ascensore e con comodità. La infrastruttura che è costata 150.000 euro, può portare 12 persone, per 900 Kg di peso ed è ben incastonata nell’insieme di tutto il santuario, mimetizzata con le opere già in essere, molte delle quali quasi millenarie.

Itri (Lt). Inaugurato il primo ascensore al Santuario della Civitaultima modifica: 2014-07-21T14:56:33+02:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento