LIBERATE PADRE ANTONIO RODRIGUEZ, SACERDOTE PASSIONISTA

rodriguez1 rodriguez

Roma. I Passionisti pregano per la liberazione di padre Antonio Rodriguez, arrestato in El Salvador. Iniziative della chiesa salvadoregna.

di Antonio Rungi

La chiesa cattolica in El Salvador ha espresso nei giorni scorsi forte preoccupazione per l’arresto di padre Antonio Rodríguez, religioso passionista, di origine spagnola, accusato di aiutare alcuni componenti di una banda ai quali aveva espresso la propria solidarietà.

Padre Antonio Rodríguez è parroco di Resume, sobborgo di San Salvador, dove conduce da diversi anni un programma di riabilitazione per giovani carcerati.

Il sacerdote arrestato in seguito ad una vasta operazione durante la quale sono stati arrestate 127 persone, tra cui autorità e forze dell’ordine- Il sacerdote è  accusato del reato di introduzione in carcere di oggetti illegali destinati al leader di una pericolosa banda criminale di El Salvador, la “Pandilla 18”.

Padre Rodríguez, meglio conosciuto come padre Toño, si è sempre proclamato innocente fin dal suo arresto. «Non ho mai trafficato e mai fatto cospirazione», ha dichiarato il religioso. Padre Rodríguez è stato arrestato insieme ad altre centoventisette persone durante una vasta operazione della polizia condotta nella capitale salvadoregna.

«La Chiesa — ha dichiarato nella sua omelia durante la messa celebrata, domenica scorsa, nella cattedrale metropolitana di San Salvador, monsignor José Luis Escobar Alas, arcivescovo di San Salvador — è rispettosa della giustizia, ma l’arresto di padre Antonio non solo ci ha sorpreso, ma ci preoccupa molto. La Chiesa auspica che il sistema giudiziario nazionale chiarisca al più presto i fatti e agisca in conformità con la verità e la giustizia. Mi sembra doveroso ricordare — ha proseguito monsignor Escobar Alas — tutto il bene che ha fatto padre Antonio a favore dei poveri attraverso la pastorale sociale della parrocchia. Per questo invito i fedeli a pregare per padre Antonio e a esprimere tutto il nostro affetto e la nostra solidarietà».

Movimentazione generale per la liberazione  di padre Rodriguez anche nella Congregazione dei padri Passionisti di cui padre Antonio Rodriguez è membro. Preghiere ed iniziative diplomatiche sono state poste in essere dai responsabili della Congregazione della Passione di Gesù Cristo, perché il religioso possa essere scarcerato quanto prima, essendo estraneo ad ogni accusa.

Nel rispetto della legge e della giustizia dello Stato salvadoregno, anche i passionisti di tutto il mondo si auspicano che la questione possa essere risolta quanto prima nell’accertamento sicuro e definitivo dei fatti. Per questo in tutte le comunità passioniste del mondo si prega e soprattutto si spera.

Intanto si chiede un intervento della Santa Sede e  un appello alla liberazione da parte di Papa Francesco.

La notizia già è apparsa su L’Osservatore Romano di mercoledì ed oggi, su mia segnalazione anche su Avvenire.

LIBERATE PADRE ANTONIO RODRIGUEZ, SACERDOTE PASSIONISTAultima modifica: 2014-08-08T11:04:32+02:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento