PASSIONISTI. NAPOLI. E’ MORTO PADRE BRUNO SENOFONTE

13

Napoli. Nuovo lutto tra i passionisti della Campania

di Antonio Rungi

Mentre piangiamo ancora la morte di padre Domenico Curcio, da pochi minuti, oggi 26 novembre 2014, è giunta la notizia della morte del noto religioso passionista padre Bruno Senofonte della comunità di Napoli, di 78 anni. Padre Bruno della Vergine del Santissimo Rosario di Pompei era nato a Tocco Caudio (Bn), nell’arcidiocesi di Benevento, il 28 settembre 1936 da Giuseppe e Maria Rosaria Maffei. Tra i passionisti entra giovanissimo e professa i consigli evangelici il 4 ottobre 1953 a Falvaterra, dopo l’anno di noviziato trascorso in questa comunità. Completati gli studi filosofici e teologici veniva ordinato sacerdote il 25 febbraio 1962 a Napoli. Uomo di cultura, docente di Diritto Canonico alla Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale ha formato alla legge ecclesiastica tanti studenti diocesani, di ordini religiosi e laici. Persona conosciutissima e stimatissima per il suo impegno culturale, sia nella città di Napoli e che in Italia, padre Bruno Senofonte ha fatto scuola nel campo del Diritto Canonico, divenendo una voce autorevole della chiesa in questo campo, specie per quanto attiene il sacramento del matrimonio e il diritto di famiglia. Ha lavorato presso il Tribunale ecclesiastico della Regione Campania e al suo stile si sono ispirati tanti studenti, docenti, poi diventati vescovi e cardinali. Un motivo di onore ed orgoglio per la Congregazione dei Passionisti, specialmente della Provincia religiosa dell’Addolorata. Padre Bruno ha vissuto, per motivi di studio e di insegnamento teologico sempre a Napoli nel Convento dei Passionisti di Santa Maria ai Monti. Per lunghi anni cappellano delle Monache Carmelitane, era un punto di riferimento spirituale per quanti frequentavano il monastero soprattutto di domenica. Per diversi anni è stato anche direttore della nostra Rivista Presenza Missionaria Passionista, passando a me, padre Antonio Rungi, il testimone della direzione nel 1990. Negli ultimi anni, dato la sua malattia, era andato in dialisi (aveva un solo rene) e sistematicamente  si sottoponeva a questa terapia per continuare a vivere nello spirito di San Paolo della Croce. Nella Provincia ha svolto l’ufficio di consultore alla vita comunitaria negli anni 1974-1978. Con padre Senofonte, la nostra Provincia e la nostra Congregazione perde un’altra autorevole personalità umana, sacerdotale e religiosa di questi ultimi 60 anni. I solenni funerali si svolgeranno a Napoli, domani, 27 novembre, alle ore 15.00 nella Chiesa dei Passionisti di Santa Maria ai Monti e subito dopo le sue spoglie mortali saranno tumulate nel cimitero sottostante la chiesa dei passionisti, che lo ha visto per oltre 50 anni protagonista di questa realtà religiosa nel cuore della grande metropoli partenopea. Per diversi anni fu collaboratore di don Arcangelo Paone a Casoria, nella parrocchia di San Paolo Apostolo. Anche qui fu dato a me il compito, padre Antonio Rungi, di proseguire il suo ministero, una volta che lui aveva assunto altri impegni, come l’assistenza spirituale delle Monache Carmelitane dei Ponti Rossi, dove la devozione, allora Serva di Dio ed oggi Beata, Madre Giuseppina Catanea, anche per suo merito, si era diffusa e indirizzata nel giusto solco della spiritualità carmelitana e passionista. Riposi in pace.

PASSIONISTI. NAPOLI. E’ MORTO PADRE BRUNO SENOFONTEultima modifica: 2014-11-26T19:20:39+00:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento