Ultime notizie ed informazioni del giorno

dom-mauro-mod-a.jpgNapoli. Settimo anniversario della morte di monsignor Mauro Bastos, passionista.

 

Ricorre oggi 14 settembre 2013, festa dell’Esaltazione della Croce, il settimo anniversario della morte del giovane vescovo passionista di origini brasiliane e in terra brasiliana, avvenuta il 14 settembre 2006, in un incidente stradale. Allora era superiore provinciale dei Passionisti di Napoli, padre Antonio Rungi e la tristissima notizia giunse direttamente dal Brasile, quasi in tempo reale, lasciando nel sincero dolore tutti i religiosi passionisti della Provincia dell’Addolorata e del Vicariato del Brasile di Nostra Signora della Vittoria nonché le persone che lo aveva conosciuto ed apprezzato. Da qualche mese è morta anche la sua amatissima genitrice, profondamente legata al figlio sacerdote e poi vescovo e colpita da una così grave perdita con la morte di dom Mauro.

A distanza di sette anni tutti ricordano con grande affetto e nostalgia questo straordinario vescovo, dal cuore grande e particolarmente vicino alle sofferenze dei poveri e degli ultimi prima nella Diocesi di Janauba, dove esercitò il suo ministero episcopale per sei anni, mettendo su la nuova diocesi, e poi in quella di Guaxupé appena conosciuta essendo stato trasferito da poco, da Papa Benedetto, nella nuova più importante sede episcopale vicino San Paolo del Brasile.

“Padre Mauro Bastos fu un religioso esemplare e un santo vescovo”, è quanto ha dichiarato padre Antonio Rungi, già superiore provinciale dei passionisti di Napoli, che gli fece visita per due volte a Janauba nel 2003 e 2005.

P.Mauro  Pereira Bastos era nato il 12 settembre 1955 in Brasile, nello Stato di Espírito Santo. Dopo aver completato gli studi preparatori, frequentò i corsi di filosofia presso l’Istituto di filosofia e teologia dell’Arcidiocesi di Vitória, e quelli di teologia, prima presso il medesimo Istituto, quindi presso l’Università Cattolica di Belo Horizonte. Poi, a Roma, ottenne la Licenza in teologia biblica presso la Pontificia Università Gregoriana.

Nel gennaio 1981 emise la professione religiosa nella Congregazione della Passione e, il 7 luglio 1984, fu ordinato sacerdotale. Fu Direttore della “Escola Passionista” di Vila Velha ES (1986); Parroco di “Santa Maria Goretti” in Cariacica,  (1987) e contemporaneamente anche Professore di teologia; poi fu Responsabile per la formazione dei seminaristi passionisti del corso di filosofia,  (1989-1993); Superiore del Vicariato regionale dei Passionisti negli Stati di Espírito Santo e Minas Gerais, dipendente dalla Provincia passionista italiana del Lazio Sud e Campania, di cui fu per un breve periodo anche Consultore;  Responsabile per la “Família Passionista” nel Brasile (1989-1995); Formatore dei seminaristi di teologia della sua Congregazione a Belo Horizonte (1996-1997); Direttore del “Projeto Social Passionista” (1998-2000) e Parroco di “Nossa Senhora da Penha” (2000) a Barbacena, MG.

Il 5 luglio 2000 fu nominato primo Vescovo di Janaúba, MG e fu consacrato vescovo il 17 settembre 2000.

Dal giugno 2006 era stato trasferito definitivamente nella Diocesi di Gauxupé, MG.  Il  14 settembre 2006 in un grave incidente stradale padre Mauro Bastos morì carbonizzato nella sua auto, incendiata insieme ad altre nell’impatto con un Tir che viaggiava ad alta velocità. Don Mauro stava recandosi a Belo Horizonte per una conferenza ai sacerdoti.

 

 

addolorata.pngCasale di Carinola (Ce). P. Rungi alle celebrazioni in onore della Madonna Addolorata

 

Sarà padre Antonio Rungi, missionario passionista e teologo morale, a presiedere, domani mattina, alle ore 10,30, nella Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo in Casale di Carinola, la solenne liturgia eucaristica in occasione della festa della Madonna Addolorata. Nella comunità parrocchiale da antica data opera una Congrega femminile intitolata alla Madonna Addolorata. Come tutti gli anni nella festa liturgica della Madonna Addolorata si svolge la celebrazione solenne e la relativa processione con la statua dell’Addolorata che viene portata in processione anche nel Venerdì Santo, per la processione del Cristo Morto. Padre Antonio Rungi, predicatore passionista è un volto ed una voce conosciuta nella comunità di Casale di Carinola, dove in varie circostanze, compreso l’ultimo Venerdì Santo di quest’anno della fede, e da diversi anni porta la parola della Croce, secondo il carisma della Congregazione della Passione di Gesù Cristo e dei dolori della Vergine Maria. A Casale di Carinola forte e sentita è la devozione alla Madonna Addolorata, dove tuttavia la festa principale è quella della Madonna delle Grazie. Domani quindi nella comunità parrocchiale guidata da diversi anni dal giovane sacerdote diocesano, don Luciano Marotta, si svolgerà questa festa in onore dell’Addolorata, forte richiamo alla spiritualità della passione e della morte in Croce del Signore, nella quale un ruolo fondamentale e non certamente secondario è quello della Madonna ai piedi del Crocifisso, alla quale Gesù stesso affida l’umanità e l’umanità è affidata alla custodia della sua Madre.

 

 

cristina-brando.jpgCasoria (Na). Presentazione e consegna delle nuove costituzioni delle Suore dell’Istituto Brando

 

Sarà presentate e consegnate domani pomeriggio, domenica 15 settembre, alle ore 17, nell’auditorium dell’Istituto Brando di Casoria, le nuove regole e costituzioni delle Suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, istituto religioso femminile fondato dalla Beata Maria Cristina Brando. Le regole e costituzioni, dopo la revisione effettuata nel dicembre scorso, durante un capitolo generale straordinario, presieduta dalla Madre Generale, Suor Carla Di Meo, e moderato dal teologo morale e religioso passionista (già superiore provinciale dei passionisti della Campania e Basso Lazio) padre Antonio Rungi sono state approvate dalla Santa Sede nel febbraio scorso e sono entrate in vigore subito. Domani, durante una cerimonia religiosa ed una conferenza di presentazione che terrà il teologo padre Antonio Rungi, passionista, verrà presentato il nuovo testo e consegnato alle religiose. Per l’occasione, festa della Madonna Addolorata, protettrice della Congregazione di Madre Cristina Brando, sono state convocate a Casoria tutte le responsabili delle case religiose in Italia e una delegata (la più giovane) delle stesse comunità. Alle superiore locali, la Madre Generale, Carla De Meo, che sarà presente insieme al Consiglio generale, consegnerà nelle mani di ciascuna religiosa presente all’incontro il nuovo testo delle costituzioni e dei regolamenti delle Suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, comunemente chiamate “Sacramentine”, dopo che lo stesso sacerdote celebrante e presidente della cerimonia liturgica avrà benedetto i testi delle nuove norme che dovranno essere osservate diligentemente da tutte le religiose, di voti temporanei e perpetui, dell’Istituto Brando, presenti in Italia in varie parti, ma anche in Indonesia, Filippine, Sud-America e prossimamente in Africa nel Burkina Faso. 

Ultime notizie ed informazioni del giornoultima modifica: 2013-09-14T16:32:00+00:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo